«Nella nostra parrocchia non prepariamo giovani o adulti al Battesimo. Si rivolga in diocesi». La reazione rivelativa di una parrocchia. Breve nota di Andrea Lonardo

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 22 /12 /2019 - 23:56 pm | Permalink
- Tag usati: , , , ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Riprendiamo sul nostro sito una nota di Andrea Lonardo. Restiamo a disposizione per l’immediata rimozione se la sua presenza sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno degli aventi diritto. I neretti sono nostri ed hanno l’unico scopo di facilitare la lettura on-line. Per approfondimenti, cfr. la sezione Catechesi e chiesa.

Il Centro culturale Gli scritti (22/12/2019)

«Vorrei prepararmi al Battesimo, vorrei conoscere Gesù». Mi raccontano di un giovane che si è rivolto alla sua parrocchia, dopo un lutto, per chiedere il Battesimo.

Si è sentito rispondere: «No, qui non lo facciamo, meglio che si rivolga altrove, ad esempio al Vicariato. Qu in parrocchia non ci occupiamo di chi non conosce Gesù e vuole battezzarsi».

La situazione drammatica che questo episodio rivela è che ci sono alcune comunità parrocchiale - ovviamente una minoranza – per le quali, mentre è normale celebrare o organizzare un ritiro o un pranzo parrocchiale, non è normale proporre Gesù a chi non crede.

Un episodio che deve far riflettere. Alcune comunità non sono pronte a gioire della richiesta di un giovane che chiede il Battesimo e rimandano l’evangelizzazione ad altre realtà come il Vicariato!

Hanno altro da fare. Non battezzano e non introducono alla fede.