Il primo asserto della morale religiosa è che il bianco è un colore. La virtù non è assenza di vizi o lontananza da pericoli morali: la virtù è un’entità vivida e separata (da G.K. Chesterton)

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 26 /04 /2015 - 15:12 pm | Permalink
- Tag usati:
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

da Gilbert Keith Chesterton, La Nonna del drago ed altre serissime storie (non è stato possibile verificare la fonte)

Il primo asserto della morale religiosa è che il bianco è un colore. La virtù non è assenza di vizi o lontananza da pericoli morali: la virtù è un’entità vivida e separata, come il dolore o un particolare profumo.