Un Dio nutrito dalla terra: la Madonna del latte, di Gianni Carozza

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 05 /01 /2020 - 14:59 pm | Permalink
- Tag usati: ,
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

Riprendiamo sul nostro sito un post di Gianni Carozza, pubblicato sul suo profilo FB in occasione del Natale 2019. Restiamo a disposizione per l’immediata rimozione se la sua presenza sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno degli aventi diritto. I neretti sono nostri ed hanno l’unico scopo di facilitare la lettura on-line. Per approfondimenti, cfr. la sezione Arte e fede.

Il Centro culturale Gli scritti (5/1/2020)

Stamattina la mente mi corre alle raffigurazioni della Madonna del latte, una iconografia della Madonna che ebbe la sua massima fioritura a cavallo tra il quattrocento e il cinquecento, registrando poi una progressiva costante emarginazione quasi fosse un soggetto religioso sconveniente, imbarazzante, da accantonare.

Si preferì dare a Maria gesti e movenze che forse mai le appartennero e velare invece un gesto che di certo fu suo. Ma ritenuto troppo umano, troppo terrestre, quasi un eccesso di incarnazione!

Ma a me piace molto questo Dio che tocca la terra ed è nutrito dalla terra.