L’immagine di Cristo nelle chiese è quasi interamente mite e caritatevole; mentre l'immagine di Cristo nei Vangeli è questo, ma è mille altre cose ancora (da G.K. Chesterton)

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 21 /12 /2017 - 21:29 pm | Permalink
- Tag usati:
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

da G.K. Chesterton, L'Uomo Eterno (non è stato possibile controllare la fonte della citazione)

Abbiamo sentito dire cento volte, poiché non si stancano di ripetercelo, che il Gesù del Nuovo Testamento ha in realtà un più pietoso e umano amore della umanità, ma che la Chiesa ha nascosto questo suo carattere umano in dogmi repellenti e circondato di ecclesiastici terrori finché ne è venuto fuori un carattere inumano. Questo è, oso ripetere, quasi il rovescio della verità. La verità è che la immagine di Cristo nelle chiese è quasi interamente mite e caritatevole; mentre l'immagine di Cristo nei Vangeli è questo, ma è mille altre cose ancora. Il Cristo del Vangelo esprime realmente, in parole di una bellezza che spezza il cuore, la sua pietà per i nostri cuori spezzati. Ma queste parole sono lungi dall'essere le sole parole che Egli pronuncia.