Ahimè, di Dio non è possibile disfarsi... (da Benedetto Croce)

- Scritto da Redazione de Gliscritti: 06 /08 /2012 - 15:15 pm | Permalink
- Segnala questo articolo:
These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • email
  • Facebook
  • Google
  • Twitter

da Benedetto Croce, Terze pagine sparse, Laterza, Bari 1955, Vol II, p. 211

Ahimè, di Dio non è possibile disfarsi, perché, come diceva Jacopone, la sua presenza ci circonda e da ogni parte ci desta paura: e questa presenza, con l'amore e il timore che infonde, è forse in noi ben più continua e viva che in tanti di coloro che, contrariamente al suo comando, lo nominano troppo.